3 Novembre 2020

Ant rischia di essere già la più breve Ipo della storia

di Matteo Battaglia

Stop alla quotazione a Shanghai per la Fintech cinese di Jack Ma che aveva raccolto domande per 3.000 miliardi di dollari pari a oltre 800 volte l’offerta

 

L’anno ribattezzata l’Ipo dei record e un record l’ha già ottenuto: si è già fermata.

Ant, la fintech cinese, nata dallo scorporo delle attività dei pagamenti di Alibaba, del patron Jack Ma stava per essere ribattezzata l’Ipo che ha raccolto più investimenti nel mondo: 34,7 miliardi di dollari, più della Saudita Aramco, 29 miliardi.

Tale cifra in realtà è nulla contro l’interesse che ha attirato. Le domande di sottoscrizione alla Borsa di Shanghai sono state pari a oltre 870 volte l’offerta: 3 mila miliardi di dollari, due volte la capitalizzazione di tutta la Borsa di Francoforte.

Il sentore che qualcosa non stesse funzionando però, si è avuto lunedì. Ben quattro authority cinesi, guidati dalla banca centrale del popolo con le varie authority di Borsa, bancaria e dei cambi, hanno convocato Jack Ma e altri due dirigenti del gruppo.

Sotto la lente sono finite non solo le operazioni del gruppo già criticate in passato dei regolatori come la gestione di…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play