28 Novembre 2019

Borse europee deboli, tensioni Usa-Cina in primo piano

di Matteo Battaglia

Wall Street chiusa per il Ringraziamento, Pechino protesta per la legge su Hong Kong varata da Trump. A milano scende Atlantia..

 

Seduta in ribasso per l’Europa, indice EuroStoxx 50  -0,3%. Il Ftse Mib segna un calo dello 0,5%.

Ancora tensioni Cina Usa. Donald Trump ha firmato, si mormora controvoglia, la nuova legislazione su Hong Kong, e come scontato, la Cina si è infuriata. Immediata la reazione delle Borse con quelle asiatiche tutte deboli.

Trump, dopo aver espresso rispetto al Presidente Xi Jinping ed al popolo di Hong Kong, auspica che i leader della città e di Pechino siano in grado di raggiungere un compromesso sui temi che oggi li dividono. Anche se i toni sono prudenti, il Ministero degli Esteri della Cina ha risposto infuriato, minacciando rappresaglie non ben identificate.

Ieri sera Wall Street, è arrivato il terzo record consecutivo di tutti e tre i principali indici, Dow Jones +0,2%, S&P500 +0,4% e Nasdaq +0,7%. Oggi mercati chiusi negli Stati Uniti per la festa del Ringraziamento.

Treasury Note a 1,75% (+2 punti base), Bund a -0,37% (+1 punto base).

La sequenza di record a…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play