28 Settembre 2020

Da una maxicedola all’altra. Strategia di roll over sul settore utility

di Elisa Mazzotta

Via al rimborso anticipato per il Maxicedola con Isin XS2067770011 che in sei mesi ha staccato coupon per il 9,3% e verrà rimborsato a 1.000 euro. Interessante passare al Certificate con Isin FREXA0027211 che staccherà già a novembre un maxicoupon del 10% se Snam, Engie ed Enagas non crolleranno del 70% dal livello iniziale. Durata tre anni, effetto memoria e opzione autocall.

 

Comunicazione di marketing

Obiettivo centrato. Oggi il certificate Maxicedola con Isin XS2067770011 di Bnp con sottostanti Enel, Snam e Terna sarà rimborsato in anticipo a 1.000 euro.

Il 21 settembre, infatti, è scattata l’opzione autocall, tutti e tre titoli quotavano sopra il livello iniziale (Enel 5,83 – Snam 4,10 – Terna 5,714). Dopo una settimana, a partire dal 28 settembre (le tempistiche possono variare di qualche giorno a seconda della propria banca), gli investitori si troveranno in portafoglio 1.011,5 euro (1000 di rimborso più una cedola trimestrale dell’1,15%).

Si realizza così lo scenario riportato nelle nostre analisi in cui puntavamo sul rimborso anticipato per massimizzare il rendimento annuale. A conti fatti l’investitore che ha acquistato il prodotto in emissione (marzo 2020) guadagna il 9,3% in sei mesi. Il certificate ha goduto ad aprile dello stacco di una maxicedola del 7% a cui si sommano i due premi trimestrali…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play