18 Dicembre 2019

Digital Currency, la rivoluzione di Madame Lagarde

di Elisa Mazzotta

Sbagliato definirla il Bitcoin di Francoforte, la nuova emissione sarebbe monopolio della Bce, mentre la distribuzione e l’utilizzo avverrebbero tramite registro digitale. Obiettivo tagliare i costi e migliorare l'efficienza del sistema

 

Una moneta digitale sotto l’egida della Bce. Christine Lagarde è tornata sul tema oggi, in un evento organizzato dalla Banca centrale europea.

“Stiamo cercando di ridurre i costi? Stiamo cercando di eliminare l’intermediario?  C’è tutta una serie di obiettivi che possono essere perseguiti, quindi penso che inizieremo facendo questo” ha dichiarato la neo presidentessa della Bce.

L’argomento non è nuovo, nella conferenza del debutto alla guida della banca centrale europea, Christine Lagarde aveva già parlato di questo ambizioso progetto che punta a utilizzare le nuove tecnologie, dalla blockchain ai pagamenti elettronici, per ridurre in maniera significativa i costi delle transazioni e che potrebbe mettere fuori gioco colossi come Visa e Mastercard. Ma sopratutto sarebbe la risposta istituzionale a tutte le monete elettroniche che stanno invadendo i mercati. In pochi anni oltre al Bitcoin sono nate più di 1.500 criptovalute senza nessun controllo sulla loro quantità totale,…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play