27 Gennaio 2020

Giù lo spread dopo le elezioni. Buona notizia per il comparto bancario

di Elisa Mazzotta

Maxicedola del 6,3% a marzo se l’Eurostoxx50 non avrà perso il 35% dal livello iniziale per il certificate di Exane con Isin FREXA0022154. Da aprile si passa a cedole condizionate mensili pari a 5 euro (6% annuo) con barriera al 65% del livello iniziale. Durata tre anni con possibilità di rimborso anticipato ed effetto memoria. Barriera a scadenza sul capitale al 65%. Scopri l’effetto One Star.

 

Comunicazione di marketing

Spread in picchiata a 141,8 punti, minimo da agosto 2019 dopo le regionali che mettono al sicuro la coalizione Pd-M5S, insieme al governo guidato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. L’esito delle elezioni in Emilia Romagna ha portato una riduzione di 15 punti rispetto al dato di venerdì sera, quando lo spread si attestava a 156 punti.

A gennaio il rendimento del decennale italiano si era spinto fino all’1,43%. Secondo le previsioni degli analisti di Unicredit Research è possibile che ci sia nei prossimi giorni un mini-rally dei Btp che riduca lo spread con il Bund nell’area 135-140.

Il risultato sta mettendo al riparo il comparto bancario dalle forti vendite che colpiscono i mercati spaventati dalla diffusione del virus cinese. Unicredit dopo una partenza positiva si difende con un -0,1%, Intesa poco sopra la parità +0,1%, svetta Banco Bpm in un mercato di ribassi, guadagna lo 0,9% a fronte di un indice FtseMib in calo dell’1,7% e…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play