28 Febbraio 2020

I giganti high tech salutano la Cina

di Elisa Mazzotta

Le grandi società tecnologiche americane stanno cercando alternative al Paese del Dragone per affrontare i problemi legati al coronavirus

 

Google e Microsoft premono sull’accelleratore per trasferire le loro produzioni di smartphone, computer e altri device dai paesi asiatici, in particolare dalla Cina. E’ quanto riporta il Nikkei Asian Review. I timori legati alla diffusione del virus crescono e la preoccupazione non si arresta. Le grandi società tecnologiche non stanno a guardare e cercano nuove frontiere. A beneficiare di questo trasferimento potrebbero esserci Paesi come il Vietnam e la Thailandia.

Google sta già muovendo i primi passi. L’azienda di Mountain View ha richiesto ai suoi fornitori di valutare i costi per disinstallare alcune attrezzature di produzione in caso di spostamento dalla Cina al Vietnam, dopo che il coronavirus ha lasciato fermi gli impianti di produzione a febbraio. Anche Microsoft ha dato il via al suo piano di produzione in Vietnam a causa dell’epidemia.

Finora, quasi tutti gli smartphone Google e i laptop Microsoft sono stati prodotti in Cina, il più grande centro manifatturiero…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play