11 Novembre 2020

In un mondo post covid ecco i titoli di Stato da avere in portafoglio

di Elisa Mazzotta

La parola passa all'esperto. Guarda la video intervista a Lidia Treiber, CFA-Director, Research in WisdomTree e Antonio Sidoti, Head of Southern Europe in WisdomTree.

 

Banche centrali in allerta. A dicembre, la Bce, nell’ultima riunione dell’anno, potrebbe varare nuovi stimoli monetari considerato che la situazione epidemiologica continua a porre dei rischi per la ripresa economica.

La promessa è arrivata, poche settimane fa, da Christine Lagarde. Il governatore della Bce ha spiegato che l’istituto si prenderà qualche settimana di tempo in più per decidere come intervenire, in considerazione degli sviluppi e dei tempi previsti per il vaccino anti-Covid.

Gli analisti ritengono scontato che Francoforte potenzierà gli acquisti di bond, ma il dibattito interno riguarda attraverso quale programma, se con il quantitative easing o il PEPP, il Pandemic Emergency Purchase Programme, lo strumento temporaneo di acquisto titoli.

Quest’ultimo è stato varato nel marzo scorso per 750 miliardi e innalzato a 1.350 miliardi a giugno, con il fine di contrastare gli effetti della pandemia sui mercati finanziari e l’economia. A differenza del QE,…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play