27 Febbraio 2020

La Bce c’è. Madame Lagarde chiede interventi fiscali ma monitora da vicino la situazione

di Jessica Berra

Anche la probabilità di un taglio dei tassi Bce a luglio è aumentata significativamente a circa il 70%, rispetto al 50% di lunedì

 

Ieri Christine Lagarde, presidente della Bce, ha lanciato il suo appello ai Paesi della zona euro: è necessario  che i governi ricorrano ai margini di bilancio per alimentare la crescita, soprattutto in questo momento di rallentamento economico dovuto alla diffusione dell’epidemia asiatica. Ma come sempre il mercato ha letto l’intervento della Lagarde come un segno che la Bce c’è, non interverrà a breve ma segue la situazione da molto vicino.

L’effetto è stato quello di vedere impennarsi le probabilità di  un taglio dei tassi Bce a luglio a circa il 70%, rispetto al 50% di lunedì.

Non è solo la Bce l’osservato speciale, sono aumentate anche le aspettative di un taglio dei tassi da parte delle altre banche centrali. Per rimanere in Europa  il mercato ha cominciato a stimare un ulteriore taglio a settembre da parte della Banca D’Inghilterra. Ma la grande attesa…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play