15 Dicembre 2021

Le banche festeggiano il ritorno dell’inflazione, con un regalo del 9%

di Elisa Mazzotta

Il certificato di Leonteq Isin CH1143297997, spicca alla luce degli attuali prezzi di mercato e della super cedola del 9% in arrivo compensabile con eventuali minus in portafoglio

 

Comunicazione di marketing

Il 2021, anche al termine, non finisce di stupirci, tra picchi di inflazione e timori sulla variante omicron. Ma per i titoli bancari la corsa sembra ancora essere lontana dalla fine, soprattutto se il brindisi natalizio sarà accompagnato da un maxicedolone del 9% con data di pagamento prevista al 21 di dicembre.

Il conto alla rovescia è iniziato, in una settimana che si preannuncia clou anche per la politica monetaria mondiale.

Il Comitato della banca centrale statunitense terrà in questi giorni l’ultima riunione dell’anno, meeting in cui Powell dovrebbe confermare l’accelerazione del tapering, vale a dire la progressiva riduzione degli acquisti di asset.

A novembre, la Fed ha iniziato a ridurre gli acquisti per $15 miliardi al mese, un ritmo che potrebbe portare a completare il tapering entro la prima metà del 2022, con molti analisti che vedono una fine del QE nel prossimo marzo e due, ma più probabile tre, rialzi dei tassi entro fine…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play