13 Luglio 2021

L’inflazione galoppa, ma i tassi scendono e le borse tengono

di La redazione

Nasdaq +0,2%

 

Il balzo minaccioso dell’inflazione non disturba più di tanto la borsa degli Stati Uniti e provoca modestissime reazioni sulle obbligazioni: sia il rendimento del decennale che del trentennale, sono in calo, il differenziale tra due anni e dieci anni scende, a conferma che le tensioni sono soltanto sulla parte a breve della curva dei tassi. Il Nasdaq è in rialzo dello 0,2%. Dow Jones -0,2%. S&P500 +0,1%.

In giugno i prezzi al consumo sono saliti mese su mese dello 0,9%, in forte accelerazione dal +0,6% di maggio: il consensus si aspettava +0,5%. Rispetto ad un anno prima, la crescita supera di slancio il +5% e si attesta a +5,4%: le stime degli esperti erano molto più basse (+4,9%). Al netto di cibo ed energia, l’incremento è del 4,5%, da +3,8%.
E’ proseguito in giugno l’aumento dei prezzi delle auto usate e dei biglietti aerei, che invece gli economisti stimavano in frenata. La novità più importante è il contributo degli affitti, in ulteriore rialzo a seguito…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play