16 Marzo 2020

Maxi manovra della Fed. Ma i mercati temono un nuovo 2008

di Matteo Battaglia

Qe da 700 miliardi di dollari e tassi azzerati. Powell usa l’artiglieria pesante.

 

Nuova mossa a sorpresa della Federal Reserve. La Banca centrale Usa taglia di un punto percentuale i tassi di interesse e lancia un maxi programma di Quantitative Easing per acquistare 700 miliardi di dollari di titoli di stato e obbligazioni garantite da mutui (mortgage-backed-securities) al fine di sostenere l’economia e proteggerla dall’impatto del coronavirus. Queste misure abbasseranno il costo del debito e daranno sostegno a lungo termine al mercato immobiliare, proprio come durante e dopo la crisi finanziaria del 2008.

Il 3 marzo scorso, la Banca centrale Usa aveva già tagliato i tassi di mezzo punto portandoli all’1-1,25%, in quella che era stata la sua prima riduzione di emergenza – cioè al di fuori delle riunioni programmate – dai tempi della crisi del 2008.

I mercati sembrano interpretare la notizia come l’ammissione che il coronavirus spaventa sul serio anche i vertici della Federal Reserve ricordando i crolli del 2008: e i future su Wall Street cadono del 4%….

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play