24 Marzo 2020

Oil company a questi prezzi le occasioni non mancano

di La redazione

Taglio di investimenti, stop a programmi di buy back e una posizione finanziaria solida traghetteranno il comparto oil fuori dalla crisi, ma non per tutti sarà uguale, Vediamo chi saranno i vincitori e vinti di questi crisi

 

Tempesta perfetta sul settore oil. Crollo della domanda e boom dell’offerta mandano al tappeto il prezzo del greggio con Brent e Wti con cali di oltre il 60% da inizio gennaio mentre le oil company corrono ai ripari tagliando i costi e ritoccando profondamente i piani industriali.

Siamo andati ad analizzare i probabili effetti sulle maggiori società del settore e il risultato è che non per tutte le compagnie sarà un disastro, dipenderà dalla solidità dei loro bilanci e dalla capacità di adattarsi al nuovo scenario.

Per capire come reagiranno i bilanci delle società del settore messi sotto stress, in primis dobbiamo interrogarci a che livelli e per quanto tempo il prezzo del greggio rimarrà depresso.

“E’ difficile stimarlo nonostante Arabia Saudita e Russia sembrano non voler cedere di un passo, i conti saranno salati anche per loro”, spiega Paolo Citi, analista del comparto oil presso Intermonte. In particolare si calcola che sotto ai 54 dollari al barili i…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play