6 Dicembre 2019

Opec taglia la produzione di greggio, buone notizie per il maxicedola su Eni e Saipem

di Elisa Mazzotta

Il certificate emesso da Unicredit con Isin DE000HV45R38 paga una maxicedola certa del 9% su Eni e Saipem il 23 dicembre compensabile con eventuali minusvalenze. Da dicembre si passa a coupon semestrali condizionati del 2,9% (pari a 5,8% all’anno), se i due sottostanti non perdono oltre il 25% dal livello iniziale. Durata due anni e mezzo con possibilità di rimborso anticipato da giugno 2020.

 

Comunicazione di marketing

Mentre va in scena la maggiore Ipo di sempre, Aramco, la compagnia petrolifera saudita è stata valutata 1,7 trilioni di dollari, l’Opec+ va verso l’approvazione di tagli extra alla produzione per 500mila barili al giorno. Il vertice di Vienna tra i maggiori produttori di petrolio (Usa esclusi) ha però tolto i condensati – parenti stretti del greggio – dal calcolo della produzione. Il risultato rimane positivo con il Brent forte sui massimi di periodo a 64 dollari al barile.

Unite questo scenario favorevole al comparto e una maxicedola certa del 9% utile a compensare eventuali minusvalenze con stacco il 18 dicembre e capite perchè va letteralmente a ruba il certificate emesso da Unicredit con Isin DE000HV45R38 su Eni e Saipem. Dopo la cedola di dicembre si passa a coupon semestrali condizionati del 2,9% (pari a 5,8% all’anno), se i due sottostanti non perdono oltre il 25% dal livello iniziale. La durata del certificate è di…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play