30 Marzo 2020

PETROLIO – Prezzi sui minimi dal 2002, nessun accordo sui tagli alla produzione

di La redazione

Gli strumenti migliori per cogliere l'opportunità di crescita o discesa del prezzo del greggio

 

Brent (23,50 usd) e Wti (20,8 usd) aprono la settimana in caduta del 5%, con i prezzi che scendono sui livelli più bassi dal 2002 in seguito al peggioramento della pandemia da coronavirus e alla guerra dei prezzi tra Arabia Saudita e Russia che non mostra segnali di cedimento.

Goldman Sachs prevede per questa settimana una contrazione della domanda mai vista nella storia, un calo di 26 milioni di barili al giorno, pari a circa un quarto del totale dei consumi giornalieri, arrivati a superare i 100 milioni di barili prima dello scoppio della pandemia.

Nel mondo c’è una capacità di magazzino pari a 1 miliardo di barili di petrolio, ma questi stoccaggi potrebbero non essere accessibili in quanto c’è il rischio che entri in crisi il sistema del trasporto marittimo, già ora in affanno.

Secondo indiscrezioni, i grandi produttori starebbero ancora cercando una soluzione temporanea all’eccesso di offerta, ma nel week end non sono stati fatti passi avanti concreti. Venerdì,…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play