3 Novembre 2020

Trump-Biden chi vince e chi perde in Borsa

di Matteo Battaglia

Siamo andati ad analizzare nell’ultimo secolo qual è il presidente migliore per Wall Street, un democratico o un repubblicano? Il risultato è davvero sorprendente.. Ma la vera lezione è solo una, che vinca uno o l’altro candidato mai disinvestire dal mercato più grande del mondo, ci si fa solo male.

 

Biden-Trump duello all’ultimo voto. Il mondo intero si interroga chi sarà il vincitore delle elezioni americane di stanotte. Questa tornata elettorale un vincitore un record lo ha già registrato: il più alto numero di votanti dal 1900 con una partecipazione al 65%. Da oltre un secolo sono le elezioni più sentite negli Stati Uniti. Negli anni ottanta si sono registrare votazioni con solo il 25% dei partecipanti.

Anche oggi, nessun sondaggio sembra in grado di fornire certezze. Complice un sistema elettorale non immediato. Per diventare presidente non conta il numero dei voti che raccoglierà il candidato a livello nazionale, bensì il numero di delegati (o grandi elettori). Di norma (tranne che in Maine e in Nebraska), il candidato che prende più voti personali in uno Stato, conquista tutti i delegati, che sono in totale 538. Tanto per capirci, lo Stato che ha più delegati è la California con 55. Il “numero magico” per vincere è 270.

Alla vigilia di ogni…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play