3 Dicembre 2019

Unicredit svela le sue carte, pronto il nuovo piano industriale

di Elisa Mazzotta

Previsti 8mila esuberi di personale e il taglio di 500 filiali. Per gli azionisti raddoppiano i dividendi

 

Il conto alla rovescia è terminato. Unicredit toglie il velo dal nuovo piano industriale al 2023. Progetto per la creazione di una subholding non quotata per le attività internazionali, utile a 5 miliardi in tre anni, buyback da 2 miliardi, risparmi per un miliardo: questo, in sintesi, il programma che oggi sarà presentato dall’istituto di Jean Pierre Mustier al Capital Markets Day di Londra.

Il piano strategico prevede di realizzare un utile di 5 miliardi di euro in tre anni, con una crescita aggregata dell’utile per azione di circa il 12%. Tra il 2020 e il 2023, Unicredit distribuirà ai propri azionisti circa 8 miliardi di euro, tra cedole e riacquisto di azioni, di cui 6 miliardi rappresentati da dividendi in contanti e 2 miliardi da riacquisto di azioni proprie. La banca si impegna concretamente a creare 16 miliardi di valore per gli azionisti. Per il 2019, spiega una nota diffusa dalla società, il gruppo ha deciso di raddoppiare al 40% la distribuzione di capitale…

Richiedi un invito a T.I.E. per proseguire la lettura, è semplice e gratuito

Potrai conoscere le ultime notizie finanziarie in tempo reale, ricevere news all'orario che preferisci e accedere ai contenuti selezionati sulla base dei tuoi interessi.

Inoltre, potrai accedere ad approfondimenti riservati, soluzioni d’investimento ed entrare in contatto con la community italiana dei consulenti finanziari.

Scarica la nuova App The Intermonte Eye per essere sempre aggiornato

Download on the App Store Get it on Google Play